Carioca 

Siemens e Carioca disegnano un nuovo modello              di business per il SIMATIC S7-1200 

Comunicazione facile e leggera grazie al protocollo OPC UA

Location: Settimo Torinese (TO, Italia)

Highlights

• L’interfaccia server può essere standardizzata, indipendentemente dalla tipologia delle macchine

• Accesso e scambio dati in modo facile, sicuro           e completo

• Risparmio di tempo di sviluppo e di memoria all’interno del plc SIMATIC S7-1200

Approfondimenti

"Dobbiamo mantenere l’eccellenza produttiva
in una categoria che in Europa abbiamo inventato noi e che ci ha sempre riconosciuti come leader di mercato. La collaborazione con Siemens nasce affinché ci aiuti a fare un salto di qualità su questo aspetto."  

Giorgio Bertolo, General Manager, Carioca 

Carioca S.p.a. nasce dall'eredità di una delle aziende italiane leader nella produzione di articoli per colorare, scrivere e disegnare: Universal S.p.a.
Lo stabilimento di Settimo Torinese è il principale polo produttivo ed esporta oltre il 70% delle sue produzioni in oltre 80 Paesi. Da più di 50 anni CARIOCA® è simbolo del migliore made in Italy, con prodotti ideati per sviluppare la creatività dei bambini in un gioco condiviso di inventiva e manualità. 

Soluzione / Portfolio

I plc SIMATIC S7-1200, installati sulle presse e sulle macchine per l’assemblaggio e il confezionamento, consentono di ottenere un sistema stabile di rilevazione dati e applicazioni di automazione. La vera rivoluzione è stata adottare il protocollo OPC UA sul plc SIMATIC S7-1200, un prodotto nato come controllore, riconosciuto da sempre per la sua versatilità e flessibilità sul mercato. È proprio la sua flessibilità - e più precisamente gli ultimi firmware disponibili e l’implementazione delle funzionalità OPC UA server - che, utilizzata in maniera innovativa, ha permesso di andare ad accentrare e uniformare la trasmissione dati verso un livello superiore.

Benefici

Il processo produttivo è stato digitalizzato e reso più efficiente.

Carioca oggi è in grado di trasferire, monitorare e raccogliere tutte le informazioni che le macchine sono in grado di fornire tramite uno strumento “fluido” e indipendente. Ciò consente di analizzare i principali motivi di guasto, così da adottare le giuste contromisure per rendere più efficiente l’intero sistema produttivo, monitorandolo in maniera costante.