Casa Siemens

A Milano l’Headquarter di Siemens è sostenibile. Verso un modello di energy community che sposa il lavoro agile.

Dagli smart building al controllo dei consumi energetici, la sede di Siemens in Italia, ispirata al concept del lavoro agile, è un modello di sostenibilità a 360°

Location

Milano, Italia

Highlights

  • L’impatto ambientale delle emissioni di CO2 di oltre il 50% in linea con gli obiettivi DEGREE e dell’agenda ONU 2030
  • L’edificio inaugurato nel 2018 ha conseguito la certificazione LEED Gold
  • Smart working per contratto dal 2018 

"Con la transizione energetica, diventa indispensabile realizzare infrastrutture sostenibili. La digitalizzazione è essenziale alla decentralizzazione e consente di realizzare sistemi energetici flessibili e resilienti. Casa Siemens è un modello per utility, imprese e società".

Marco Stazi, Energy Manager, Siemens S.p.A.

Headquarters, Milano

La casa di Siemens a Milano è una piccola smart city sostenibile dove tutti i collaboratori sono smart worker.

 

Soluzione / Portfolio

L’intera area, connessa attraverso un unico anello in media tensione, è composta da due smart building - quello nuovo e uno esistente dal 1963 che ha beneficiato di un ampio programma di efficientamento energetico - da impianti di produzione rinnovabile e tradizionale e da un sistema di accumulo di energia elettrica.

Questi impianti sono connessi tra di loro e governati da un ‘Energy IP – Distributed Energy Optimization, ovvero un sistema di energy management che governa, analizza e interviene in tempo reale laddove si ci sia la necessità di rendere il sistema ancora più efficiente. L’Energy IP interagisce con Desigo – il building management system, che si occupa della gestione di tutti gli impianti tecnologici dei due edifici, dall’illuminazione all’HVAC – riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria, dall’antincendio al controllo accessi. L’intelligenza centrale della microrete invia infine le informazioni a Navigator, la piattaforma di monitoraggio dei consumi.

Benefici

  • Ottimizzare l’autoconsumo attraverso il monitoraggio costante
  • Ridurre il carico sulla rete nazionale
  • Collaudare e implementare un nuovo modello di sistema energetico, che possa essere esportato e adottato altrove.