Produzione ad alta efficienza energetica

Attraverso una produzione ad alta efficienza energetica, l'industria può contribuire notevolmente a ridurre le emissioni di CO2 in modo sostenibile, senza che la produttività ne risenta - anzi, al contrario.
Energia e industria

L'efficienza energetica come chiave per il successo

Protezione del clima, impiego efficiente delle risorse, costi crescenti dell'energia, nuovi modelli di approvvigionamento e norme ambientali severe: per tutti questi obiettivi, l'energia costituisce un fattore competitivo, a prescindere dal settore industriale. Non vi è alcuna alternativa, se non quella di aumentare l'efficienza energetica. Una grande sfida e al contempo una grande opportunità. Infatti, rendendo gli impianti più efficienti sotto il profilo energetico, le aziende sono in grado di ottenere notevoli risparmi economici.

Efficenza energetica nella produzione

L'efficienza energetica nella produzione non comporta solo una riduzione del consumo di energia, delle emissioni di CO2 o dei costi, significa anche collegare i dati energetici a quelli produttivi, per potere analizzare e ottimizzare non solo il consumo energetico, ma anche la produttività delle macchine, degli impianti e dei processi.

Visualizzazione trasparente dei dati energetici

Domanda:

Due macchine simili hanno un consumo energetico diverso?

 

Risposta:

In entrambe le macchine sono installati dispositivi di misura che registrano e valutano i dati di consumo. L'analisi rivela che la macchina A richiede più energia per il vuoto e il nastro trasportatore più energia elettrica.

 

La soluzione per una maggiore efficienza:

Viene identificata e riparata una perdita nell'impianto del vuoto. Sul nastro trasportatore viene rilevata la presenza di un motore con un cuscinetto guasto che viene sostituito con un motore più efficiente durante il successivo intervento di manutenzione.

Valutazione e analisi dell'efficienza energetica delle macchine

Domanda:

Vogliamo acquistare una nuova macchina. Come possiamo confrontare il consumo delle macchine disponibili e ridurre i consumi che non contribuiscono a creare valore aggiunto?

 

Risposta:

Utilizzando una soluzione appropriata è possibile identificare il consumo energetico dei diversi stati operativi (OFF, standby, pronto per il funzionamento, in esercizio), valutarlo e confrontarlo.

 

La soluzione per una maggiore efficienza:

Durante la fase di acquisto i fornitori possono mettere a disposizione dei clienti i profili di consumo energetico delle macchine (modulo di accettazione standard). Il consumo effettivo può essere analizzato sul posto mediante una misura di riferimento. Indicatori chiave di prestazione energetica (EnPI) e benchmark consentono di analizzare le macchine costantemente e integralmente e di adottare misure di ottimizzazione idonee, ad es. modificando la modalità standby.

Adempimento dei requisiti, identificazione del potenziale di risparmio, ottimizzazione dei contratti

Domanda:

Come possiamo identificare il potenziale di risparmio della nostra azienda, ottimizzare il contratto con il fornitore di energia, ridurre le imposte e beneficiare delle sovvenzioni statali?

 

Risposta:

Introducete nella produzione un sistema certificato di gestione dell'energia che effettui il reporting e l'archiviazione dei dati di energia in conformità alle disposizioni di legge.

 

La soluzione per una maggiore efficienza:

Identificando i principali consumatori di energia si possono evitare i picchi energetici. Un sistema automatizzato di gestione del carico consente di disinserire e reinserire automaticamente gli impianti. Facendo una previsione sui profili di carico previsti è possibile negoziare un contratto ottimale con il proprio fornitore di energia. La trasparenza dei consumi energetici contribuisce a sensibilizzare il personale riguardo all'efficienza energetica dell'azienda e consente di seguire e verificare le misure e gli obiettivi di efficientamento energetico, quali l'incremento annuo dell'efficienza energetica.

Opportunità

Perchè l'energia ha un così grande potenziale

In media, i costi energetici rappresentano fino al 10% di tutti i costi di produzione. Nelle industrie ad alta intensità energetica, la percentuale può arrivare fino al 40%. Eppure è possibile trasformare l'energia in un vero valore aggiunto: ad esempio, è possibile ottenere risparmi fino al 30% o più con la nostra innovativa tecnologia di azionamento. Stiamo dando un contributo decisivo alla realizzazione di una produzione efficiente dal punto di vista energetico - in tutto il mondo.
Ecofys/Fraunhofer study: Power costs in energy-intensive industries

Scarica il PDF