Più forti, insieme…

Con le nostre persone, con i nostri clienti, con il nostro Paese: per continuare a trasformare ogni giorno, in meglio

Da sempre abilitiamo i nostri clienti a trasformare il proprio business, per creare impatti positivi nelle società in cui viviamo. Così facendo, grazie alle nostre persone, insieme proprio a clienti e partner del nostro ecosistema, possiamo contribuire a cambiare in meglio la vita di milioni di persone e l’ambiente nel quale operiamo.

 

Questa missione, che ci accompagna da oltre 170 anni in tutto il mondo e da più di 120 in Italia, ha contraddistinto profondamente anche gli ultimi 20 mesi, che ci hanno visto fronteggiare in prima linea l'emergenza pandemica per proteggere salute e sicurezza di collaboratori e collaboratrici, salvaguardando così anche la continuità del business.

 

In questo modo abbiamo consentito alle nostre migliaia di persone di vivere nelle migliori condizioni possibili e in piena libertà di scegliere le modalità di lavoro più adatte alle proprie situazioni, nell'ambito delle regole di volta in volta vigenti a livello nazionale e locale. Così facendo abbiamo supportato anche decine di migliaia di famiglie e dato un nostro contributo attivo a moltissime aziende e comparti per continuare a funzionare e innovare, e al nostro Paese di respirare, ponendo le premesse per un futuro da costruire insieme.

 

In questo contesto, stiamo già stiamo lavorando al nostro "New working model" sempre più improntato a una più efficiente e soddisfacente collaborazione ibrida. Intendiamo inoltre collaborare e mettere a disposizione del mercato e a chiunque si voglia confrontare costruttivamente su questi temi quanto imparato ed elaborato come azienda attraverso le esperienze vissute in questi mesi e alle decisioni prese nelle ultime settimane.

Salute, sicurezza… e futuro

In linea con i nostri valori chiave, siamo state tra le primissime aziende in Italia ad aver adottato il full Smart working già all’inizio dell’epidemia in Italia, il 24 febbraio 2020.

 

Da allora abbiamo operato per preservare salute, sicurezza del lavoro e continuità delle attività essenziali, grazie anche al ricorso alle nostre tecnologie e soluzioni digitali.

 

Dopo la fine del primo lockdown siamo stati impegnati per accompagnare le riprese del Paese, operare nel presente e guardare al futuro dei nostri partner, della nostra società, dell’Italia, delle modalità di lavoro, del nostro modo di vivere.

 

Per garantire salute e sicurezza dei nostri collaboratori e di tutti i nostri stakeholders - in linea con norme e regolamentazione nazionali e locali - ci siamo presi cura sin da subito di: 

  • sanificare completamente e creare aree droplet-free;
  • misurare la temperatura agli ingressi;
  • consegnare i dispositivi di protezione (DPI);
  • re-ingegnerizzare i servizi in piena sicurezza (a partire dal ristorante aziendale);
  • avviare un centro estivo per ospitare i figli dei nostri collaboratori nell'estate del 2020;
  • sostenere una campagna interna di test sierologici disponibile (previa adesione volontaria) con soluzione di Siemens Healthineers;
  • sviluppare una un'applicazione Siemens IoT di contact tracing testata internamente tramite apposita App beacon-based;
  • avviare survey e gruppi di lavoro per raccogliere feedback dai collaboratori sul vissuto di questi mesi e lavorare così sui possibili nuovi "working model", per individuare modalità di evoluzione dello smart working in smart life;
  • fino a varare un più ampio programma di workspace transformation.

 

Nel fare tutto questo abbiamo sempre preservato sicurezza, salute e benessere dei collaboratori in senso anche più ampio, ad esempio:

  • predisponendo un rigoroso protocollo sanitario implementato in tutte le sedi e già valutato positivamente dall'ATS (Azienda per la Tutela della Salute) nel dicembre 2020 e intraprendendo un percorso che ci ha portato, fra le prime aziende in Italia, all'acquisizione dell'attestazione ISO/PAS 45005 Gestione della salute e sicurezza sul lavoro, rilasciata da Certiquality;
  • mettendo a disposizione dei collaboratori già a partire dal maggio 2020 programmi di wellness e welfare, per favorire il loro benessere fisico e mentale;
  • avviando attività di e-learning su temi legati a worklife balance e lavoro ibrido, con il coinvolgimento di oltre 1000 collaboratori e collabratrici;
  • varando una propria campagna interna di informazione e comunicazione scientifica sui temi del COVID-19 con tanto di webinar da parte del medico aziendale competente;
  • fino ad aderire all'iniziativa di Confindustria con l’implementazione della campagna vaccinale Siemens per la propria popolazione aziendale;
  • e a promuovere la raccolta - in modalità volontaria e anonima - dei certificati vaccinali, cui ha aderito oltre il 90% dei collaboratori e collaboratrici di Siemens S.p.A. e Siemens Mobility S.r.l.

 

L'annuncio fatto a metà settembre 2021 relativo all’introduzione del Green Pass per l'accesso alle proprie sedi italiane ha rappresentato un ulteriore passo in questo importante percorso mirato a perseguire le priorità di salute e sicurezza del lavoro, e preservando in parallelo la continuità del business.

Partner affidabili per il mercato per la continuità dei nostri clienti

Quale partner affidabile e innovativo, abbiamo continuato a supportare i nostri clienti durante le diverse fasi della pandemia, dando ulteriore prova del ruolo chiave delle competenze e delle soluzioni digitali, il cui contributo da remoto si è rivelato spesso decisivo per lo svolgimento e per l’evoluzione di alcune attività durante e dopo i lockdown.

 

In aggiunta a queste modalità di collaborazione e di intervento, a soluzioni innovative come i test sierologici di Siemens Healthineers o come quella per il contact tracing aziendale testata internamente, presenza e supporto si sono tradotti e si traducono ancora in proposte e iniziative molto diversificati:

  • Siveillance Thermal Shield, che si basa sull'interazione intelligente di algoritmi di analisi delle immagini video e di una o più termocamere ad alta precisione con i sistemi di controllo degli accessi, di video sorveglianza e con quelli di supervisione e controllo per l'automazione degli edifici sviluppati da Siemens;
  • attività specifiche come, ad esempio, l'apertura nel 2020 della propria rete di partner di produzione additiva (Additive Manufacturing Network) per soddisfare le richieste di progettazione e stampa da parte di medici, ospedali e fornitori di apparecchiature mediche in risposta alla pandemia di COVID-19;
  • l'offerta di utilizzo gratuita della piattafroma IoT MindSphere per le aziende italiane, sempre nel corso del 2020
  • centinaia di webinar e decine di innovativi eventi digitali, creando nuove formule di successo e addirittura propri studi digitali, in Casa Siemens, riconosciuti come benchmark anche a livello internazionale;
  • numerosi interventi di emergenza in Italia, basati su molteplici tecnologie e soluzioni;
  • il supporto - anche in modalità digitale e nel pieno rispetto dei codici ATECO durante il lockdown - fondamentale per garantire la continuità operativa di aziende italiane, abilitando in alcuni casi la loro flessibilità e la conseguente conversione delle proprie macchine, ad esempio per la produzione di mascherine e non solo.

 

Forti di queste esperienze, siamo già ripartiti con slancio al fianco delle imprese italiane, guidando con loro i programmi di rilancio all'insegna dei programmi di trasformazione digitale già in essere o a venire, dal Piano Transizione 4.0 al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Partner responsabile per la società e il Paese

La responsabilità nei confronti dei nostri collaboratori ci ha consentito di tutelare salute e sicurezza di molte famiglie, così come quella per la continuità aziendale di clienti e partner ha permesso di supportare l'operatività e il funzionamento di attività e infrastrutture cruciali, in diversi modi e diverse fasi, per il funzionamento del Paese.

 

Per fornire un ulteriore contributo alla società, sin dai primi mesi della pandemia Siemens ha deciso di istituire un fondo d'aiuto COVID-19.

 

In particolare, in Italia, Siemens Caring Hands ha supportato - attraverso una significativa donazione - la realizzazione della Sala di Crisi multimediale dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), progettata per supportare non soltanto l’ermegenza COVID ma anche per poter contribuire a fronteggiare meglio future necessità.

 

Un'iniziativa in linea con i valori e la storia di Siemens, presente in Italia dal 1899 al fianco delle istituzioni e delle imprese, a sostegno dello sviluppo e della modernizzazione dell'industria di processo e manifatturiera, delle infrastrutture energetiche e di trasporto, dei sistemi energetici e della tecnologia medica.